Consigli per il tuo camino

spazzacamino marco ti aiuta a migliorare la tua casa

Segui i miei consigli e riduci i problemi del tuo camino

COMBUSTIONE PULITA

Una buona combustione, permette di ridurre al minimo le emissioni inquinanti, i costi di manutenzione, riduce il pericolo di incendio della canna fumaria e aumenta la durata del vostro impianto. Vediamo in dettaglio alcuni consigli per avere una combustione pulita:

  • Usare solo legna secca, capita spesso che le persone brucino legna ancora troppo umida, senza saperlo. Se fa fatica a bruciare e tende a spegnersi, probabilmente è troppo bagnata. Mettila da parte e prova con altra legna: insistere significa creare problemi e rischi inutili.
  • Comprare la legna per tempo: la cosa migliore sarebbe comprarla fresca e seccarla a casa, oppure prenderla in primavera per l’autunno. Sta molto meglio sotto un portico che su un bancale a prendere pioggia con un nylon sopra che trattiene umidità.
  • Stoccare la legna in un posto arieggiato, sollevato da terra, al riparo da pioggia e sole, già tagliata e spezzata (si secca meglio). Non mettere teli o nylon, toglili se presenti ed evita così la formazione di muffe. 
  • Fare una carica alla volta. Il vostro apparecchio non è un termosifone! Non deve rimanere tiepido tutto il giorno: la bassa temperatura non permette la combustione completa dei gas. Una combustione incompleta sporca molto, diminuisce la resa e inquina.
  • Prima dell’accensione, svuotare la cenere dal cassetto e pulire il vetro. La pulizia del vetro ci permette di controllare la combustione e capire se la legna è asciutta, inoltre la velocità con cui si sporca è indice di buona o cattiva combustione. Meno si sporca meglio stiamo bruciando.

ACCENSIONE DALL’ALTO

Questo è un metodo di accensione della legna che va bene per tutti gli apparecchi. Indispensabile per caminetti aperti, permette di avere una buona combustione dopo pochi minuti dall’accensione, non respirare fumi nocivi, non dare fastidio ai vicini, ed avere una resa più alta. Vediamo come utilizzarlo: 

  • Usa solo legna secca: servono tre pezzature diverse, possibilmente legna spaccata, grossa, media e fina.
  • Pulisci la cenere e il vetro, apri tutti gli ingressi di area primaria e secondaria, quando presente apri la regolazione di tiraggio sul tubo o dentro al caminetto.
  • disponi la legna per grandezza: parti dai prezzi grossi sotto, prosegui con i medi e i fini in alto, creando una sorta di cubo 
  • Se hai dei legnetti piccoli puoi creare un modulo di accensione da posizionare sopra insieme all’accendi fuoco, oppure posiziona l’accendi fuoco direttamente dentro ai legni fini dell’ultimo strato in alto.

Durante la combustione il fuoco andrà dall’alto verso il basso, dopo pochi minuti non ci sarà quasi più fumo e la fiamma senza nulla sopra sarà alla massima temperatura.

GESTIONE CALABRONI

I calabroni sono molto pericolosi, lasciateli stare e chiamate subito la disinfestazione!  

  • Non avventuratevi a spruzzare veleno: è un rischio per voi e per gli altri.
  • Non accendete il fuoco: oltre che dal comignolo i calabroni escono anche da sotto, mettendo tutti in pericolo. Inoltre c’è il rischio che il nido ti stacchi, e cadendo tappi la canna fumaria: se succede il fumo torna tutto in casa.

Lo spazzacamino interviene in caso di necessità di rimozione del favo, dopo che i calabroni sono stati sterminati. Da tenere presente che con il freddo i calabroni muoiono da soli, quindi il nido verrà abbandonato.

Hai bisogno di altri consigli per la gestione del tuo camino?

CHIAMA SPAZZACAMINO MARCO per sapere cosa fare